Compattazione del polistirolo (EPS) e altri scarti di plastica espansa

La gestione ottimale dei rifiuti è una sfida che puoi vincere ogni giorno. La compattazione del polistirolo e della plastica espansa offre vantaggi preziosi sia per le aziende che per l’ambiente. Scopri come puoi ottenerli.

Blocchi pressati per effetto della compattazione del polistirolo

Trasforma gli scarti di EPS da rifiuto a risorsa!

La compattazione del polistirolo consente di ottimizzare i processi interni, migliora l’efficienza operativa, riduce i costi e contribuisce a valorizzare l’immagine aziendale.

riduzione volumetrica del polistirolo eps

La compattazione è la soluzione più efficace ed economica per riciclare il polistirene espanso

La compattazione dei rifiuti trasforma radicalmente il trattamento dei materiali di scarto nelle aziende, consentendo l’ottimizzazione delle risorse. L’adozione di appositi macchinari, come presse e compattatori, permette di ridurre il volume degli scarti e di compattarli in blocchi uniformi, stabili e facili da movimentare.

La riduzione degli sprechi attraverso la compattazione dei rifiuti, come quelli di polistirolo e plastiche espanse, non solo apre la strada a una maggiore efficienza operativa, ma trasforma gli scarti in preziose risorse. Finalmente, è possibile migliorare la logistica interna, ridurre i costi e promuovere un ambiente di lavoro più efficiente, dove ogni spazio è più ordinato e sicuro.

Compattazione dei rifiuti in azienda

Rapporto di riduzione del volume dei materiali di scarto con le presse per la compattazione del polistirolo

Come compattare il polistirolo?

La compattazione del polistirolo è la risposta che stai cercando per ottimizzare la gestione degli scarti!

La compattazione del polistirolo è un approccio strategico efficace, che non solo migliora la gestione degli scarti, ma segna anche un passo importante verso pratiche aziendali più sostenibili ed efficienti.

Compattatori e presse per polistirolo consentono di alimentare un processo virtuoso che comporta benefici sotto molteplici punti di vista. Sono un investimento che si ripaga sempre, grazie agli innumerevoli benefici che permettono di ottenere.

Elimina gli sprechi e crea valore

Come compattare il polistirolo?

Se la tua azienda opera in ambiti come la logistica dei trasporti, l’elettronica, l’ittica o il commercio alimentare in genere, sei consapevole di come gli scarti di polistirolo possano rappresentare una sfida complessa:

  • aumento dei costi e dei rischi legati alla gestione della logistica interna;
  • perdita di spazi preziosi adibiti allo stoccaggio dei rifiuti;
  • incremento dei costi dovuti ai numerosi ritiri delle aziende specializzate.

Eppure, ogni giorno accumuli elevati quantitativi di rifiuti di polistirolo. Contenitori per prodotti alimentari, come cassette per il pesce, o imballaggi protettivi per il trasporto dei prodotti commerciali, finiscono ammassati in distese sconfinate di sacchi voluminosi o bancali ingombranti. Restano lì, a occupare spazio dentro l’azienda e nei piazzali esterni, in attesa di essere prelevati e conferiti in discarica.

Investire in un compattatore per polistirolo può trasformare radicalmente la gestione dei tuoi rifiuti. Queste macchine sono in grado di comprimere il polistirolo fino a 40 volte il suo volume originale, convertendolo in blocchi compatti e facilmente gestibili. Risparmi spazio prezioso e riduci anche i costi di trasporto, ottimizzando al contempo le operazioni aziendali.

Esistono diversi tipi di presse per polistirolo, ciascuno progettato per specifiche esigenze di capacità e compattazione. Con il nostro supporto, hai la certezza di trovare sempre la soluzione più efficace per gestire con successo i tuoi rifiuti aziendali.

01

Preparazione degli scarti di polistirolo

Prima della compattazione, rimuovi eventuali contaminanti, come nastri adesivi, etichette o altri materiali “non polistirolo”, e verifica che lo scarto non sia contaminato da altre sostanze. Il processo di riduzione volumetrica sarà più efficiente e il prodotto finale di maggiore qualità.

02

Compattazione del polistirolo espanso

Il polistirolo viene triturato all’interno della tramoggia, dove un frantoio primario lo riduce in piccoli pezzi. Dopodiché, il potente compressore a coclea pressa l’EPS e lo compatta. Poi, spinge il polistirolo pressato nel canale di compressione. Infine, il blocco di dimensioni stabili viene espulso.

03

Gestione dei blocchi di polistirolo compattati

Il polistirolo è pronto per il riciclo. Dopo la compattazione, i blocchi di polistirolo sono facilmente pallettizzabili, consentendo di semplificare le operazioni di stoccaggio, movimentazione e trasporto. Se lo desideri, puoi decidere di venderli agli impianti di riciclaggio.

UNA SCELTA STRATEGICA PER LA TUA AZIENDA

Vantaggi della compattazione del polistirolo

Il polistirolo, ampiamente utilizzato per le sue proprietà isolanti e protettive, genera scarti voluminosi che rappresentano un onere logistico e finanziario per le aziende. È una sfida impegnativa, ma attraverso processi innovativi di compattazione, è possibile trasformarla in un’opportunità.

La compattazione del polistirolo è un processo strategico efficiente ed efficace che porta benefici misurabili e tangibili. Le imprese possono migliorare l’efficienza operativa, valorizzare l’immagine del brand, dimostrando il loro impegno verso pratiche di riciclo eco-sostenibili, e trarre profitto dai propri scarti.

Scopri tutti i vantaggi chiave della compattazione del polistirolo e inizia a trasformare i rifiuti in risorse da reinvestire nella crescita sostenibile della tua impresa.

Compattazione del polistirolo stoccaggio
TRASFORMA il polistirolo espanso IN una risorsa

Quali materiali rientrano nei processi di compattazione del polistirolo espanso?

Il polistirolo, conosciuto anche come polistirene espanso (EPS), è noto per il suo ampio utilizzo in svariati ambiti produttivi e rappresenta una quota significativa dei rifiuti prodotti dalle aziende.

Quindi, la compattazione del polistirolo mediante macchine con compressore a coclea ad elevata potenza, come le presse per polistirolo Heger, si rivela estremamente vantaggiosa, per efficientare la gestione dei rifiuti.

Tuttavia, è importante ricordare che, oltre a essere opportunamente preparati, gli scarti di polistirolo non sono tutti uguali. Esistono diverse varianti di materiali. Ecco quali sono le più comuni e adatte al processo di compattazione.

Pressa per polistirolo in azione
SOLUZIONI per la compattazione del polistirolo

Presse per la compattazione del polistirolo e della plastica espansa

La compattazione del polistirolo è una pratica che richiede soluzioni specifiche, capaci di gestire con efficacia diverse tipologie di materiali. Ecco le nostre presse per polistirolo selezionate per aiutarti a gestire i rifiuti in sicurezza e con la massima efficacia.

Pressa polistirolo Tiger

Presse per polistirolo Tiger

MODELLO:

TIGER

Progettata per:

Massima riduzione volumetrica del polistirolo

compattatori PER polistirolo

Questa pressa per polistirolo consente un’estrema riduzione del volume (40:1) con un notevole risparmio sui costi di trasporto e smaltimento.

Pressa polistirolo Lion

Presse per polistirolo Lion

MODELLO:

LION

Progettata per:

Compressione ottimale dei rifiuti di polistirolo

COMPATTATORI PER POLISTIROLO

È il vero tuttofare nel mondo della compattazione. Anche i pezzi di pellicola PE triturati possono essere compattati in blocchi stabili.

Storie di Successo nella gestione dei Rifiuti di polistirolo

Casi studio compattazione del polistirolo

I nostri casi studio offrono una finestra sul mondo reale della compattazione del polistirolo, mostrando in modo chiaro e tangibile i benefici che questa strategia può portare in diversi settori.

Attraverso l’analisi di queste storie di successo, puoi cogliere spunti utili e soluzioni efficaci per affrontare le sfide legate alla gestione dei rifiuti nella tua realtà aziendale.

Scopri come i nostri clienti hanno ottenuto miglioramenti significativi in termini di efficienza, sostenibilità e riduzione dei costi, con macchine affidabili, dotate di tecnologie innovative, e una consulenza professionale personalizzata.

Effetto della compattazione del polistirolo sulla riduzione del volume
un approccio efficace alla compattazione del polistirolo

Caso studio: la compattazione del polistirolo nelle aziende ittiche

Questo caso studio mostra l’impatto positivo della compattazione dell’EPS in un ingrosso di distribuzione ittica, nella zona di Venezia. Ogni giorno, il pesce ricevuto dai fornitori doveva essere trasferito in altre cassette di polistirolo espanso per la consegna ai clienti. Questo comportava un accumulo di scarti sporchi di pesce, che poi venivano smaltiti con il servizio comunale.

I costi sostenuti erano molto elevati, soprattutto a causa dei prelievi giornalieri, necessari per evitare odori spiacevoli e ingombri insostenibili. Vediamo insieme come l’implementazione di una soluzione di compattazione mirata abbia avuto un impatto significativo in termini di riduzione dello spreco di risorse e ottimizzazione degli spazi di stoccaggio.

Case study azienda ittica

Problemi Affrontati

Al primo sopralluogo abbiamo individuato una produzione variabile tra le 200 e 500 cassette di polistirolo espanso al giorno. La gestione di questa mole di scarti sporchi di pesce causava costi elevati di gestione e smaltimento, con la necessità di frequenti prelievi per evitare odori e problemi di stoccaggio.

Soluzione Implementata

Dopo l’accurata analisi dei nostri esperti, è stata introdotta una pressa per polistirolo Heger: la Tiger 200 T Ocean in acciaio inox, progettata per resistere alla corrosione da salsedine, ottimizzando la compattazione delle cassette con un rapporto di riduzione volumetrica di 40:1.

Risultati ottenuti

L’adozione della pressa ha permesso all’azienda ittica di ridurre il volume dei rifiuti di polistirolo e la collaborare con un recuperatore privato, distaccandosi dal servizio comunale. In questo modo, ha ridotto i costi di smaltimento e migliorato l’efficienza operativa, con una riduzione del 90% dei viaggi per il trasporto del polistirolo.

“Ridisegnare le attività legate alla gestione dei rifiuti aziendali in chiave Lean è oggi una delle più importanti attività che contribuiscono a costruire un’azienda di successo. Integrare la compattazione dei rifiuti nei processi consente di ottimizzare i flussi operativi di raccolta, stoccaggio e smaltimento, aumenta la produttività e trasforma alcune voci di costo in risorse economiche preziose”.

Lorella Zaffani, CEO & Founder Ciclia di ZEF s.r.l.

La gestione dei rifiuti con presse e compattatoti CIclia
Compattatore per polistirolo per recuperatori

Caso studio: la compattazione del polistirolo nei centri di recupero dei rifiuti

Questa azienda di recupero rifiuti, non volendo negare il ritiro di polistirolo di scarto proveniente da negozi di elettronica, elettrodomestici e pescherie, si è trovata a gestire una grande quantità di rifiuti voluminosi e un crescente aumento dei costi di trasporto.

Per creare profitto, l’azienda contatta un’impresa specializzata nella raccolta del polistirolo, la quale si rende disponibile ad acquistare il prodotto valorizzandolo economicamente, ma a patto che questo sia compattato.

Serviva una soluzione professionale per compattare il polistirolo, gestirlo in modo più efficiente e rivenderlo, affinché potesse trasformarsi in una risorsa economica.

Caso Studio azienda di recupero rifiuti

Problemi Affrontati

Con una mole di circa 3 ton di EPS alla settimana da gestire, l’azienda di recupero rifiuti spendeva molte risorse nei trasporti. Inoltre, doveva rinunciare allo spazio occupato dagli scarti voluminosi, i quali rendevano difficoltosa anche la logistica interna.

Soluzione Implementata

Il team di Ciclia ha iniziato ascoltando le esigenze del cliente e analizzando l’ambiente aziendale per comprendere i flussi di gestione dei rifiuti​. Sulla base dell’analisi effettuata, è stata individuata la soluzione ottimale, rispettando il budget a disposizione. Dopo l’approvazione del cliente, abbiamo installato una pressa modello Tiger 300 B1200.

Risultati ottenuti

L’uso della pressa Tiger 300 B1200 ha permesso di risolvere le criticità legate alla gestione degli scarti di polistirolo, migliorando l’efficienza operativa. Questa macchina permette di processare fino a 120Kg/h di materiale, con una riduzione volumetricae del 90% e un grado di compattazione di 350Kg a m².

Oggi, l’azienda di recupero rifiuti può vendere e monetizzare il materiale compattato, confezionandolo su bancale. Questa soluzione ha portato a un notevole risparmio di spazio e a una gestione più efficiente dei rifiuti​​. E il ritorno sull’investimento è stato ammortizzato in circa 18 mesi.

Questo caso studio dimostra come la compattazione del polistirolo possa essere un’efficace strategia per migliorare l’efficienza operativa e la sostenibilità ambientale.

Domande frequenti sulla compattazione del polistirolo

Quando devi compattare polistirolo e plastiche espansa emergono numerose domande sulle migliori pratiche da implementare e su come scegliere i macchinari adeguati.

Ecco alcune delle domande più frequenti con le risposte corrispondenti, per chiarire i dubbi e fornire assistenza.

Il polistirolo, noto anche come EPS (Polistirene Espanso), è un materiale plastico leggero utilizzato ampiamente per imballaggi, isolamenti e prodotti monouso. La sua compattazione è cruciale per ridurre il volume dei rifiuti, facilitare il riciclo, diminuire l’impatto ambientale e migliorare l’efficienza logistica, trasformando grandi volumi di materiale in blocchi più gestibili e trasportabili.

Il processo di compattazione del polistirolo include la triturazione del materiale in pezzi più piccoli, seguita dalla compressione sotto pressione per rimuovere l’aria e ridurre il volume fino a un rapporto di 40:1. Il risultato è un blocco compatto di polistirolo, che occupa meno spazio e può essere trasportato con facilità e riciclato più efficientemente.

Esistono diverse tipologie di macchine per la compattazione del polistirolo, con specifiche caratteristiche e diverse opzioni. La scelta dipende dal volume di polistirolo da trattare, dalle dimensioni desiderate dei blocchi compattati, dagli spazi a disposizione e dal budget disponibile. Le macchine variano in termini di capacità di elaborazione, dimensioni e tecnologia di compattazione.

Come abbiamo evidenziato in questa pagina, i vantaggi nel compattare il polistirolo includono la riduzione dei costi di trasporto e smaltimento, grazie alla diminuzione del volume dei rifiuti, e l’ottimizzazione dello spazio di stoccaggio. Ma non solo, consente di generare entrate dalla vendita del polistirolo compattato e contribuisce alla sostenibilità ambientale, riducendo le emissioni di CO2.

La maggior parte dei tipi di polistirolo può essere compattata, ma il polistirolo contaminato da cibo, sostanze chimiche o altri materiali potrebbe richiedere una pulizia prima della compattazione. Alcuni compattatori per polistirolo sono progettati specificamente per trattare specifiche tipologie di materiali e dotati di tecnologie per trattare eventuali rifiuti contaminati.

È necessario valutare il volume di polistirolo generato, le caratteristiche del tipo di scarto, lo spazio disponibile per la macchina e il budget. Considera anche le specifiche tecniche, come la capacità di compattazione oraria, le dimensioni dei blocchi prodotti e la facilità di manutenzione. Può sembrare una sfida difficile, ma con la consulenza dei nostri esperti è possibile identificare la soluzione più adatta.

Le normative variano a seconda della regione e possono includere requisiti per lo smaltimento, il riciclo e la gestione dei rifiuti di polistirolo. È fondamentale consultare le leggi locali e nazionali per assicurarsi di rispettare tutti gli obblighi legali e ambientali.

Inizia con una valutazione delle necessità e dei volumi di polistirolo prodotti. L’occasione può essere perfetta per implementare un accurato Waste Audit. Dopodiché, scegli la macchina di compattazione adatta e pianifica l’installazione in un’area accessibile. Forma il personale sull’utilizzo corretto della macchina e stabilisci procedure per la raccolta e la compattazione del polistirolo. Considera la possibilità di collaborare con aziende di riciclo per valorizzare il materiale compattato.

Guarda come funziona una pressa per polistirolo e com’è semplice implementare in azienda un’efficace compattazione dei rifiuti.
FAI la scelta giusta

Richiedi una consulenza personalizzata

La compattazione del polistirolo è un passo avanti verso un futuro in cui ogni risorsa in azienda è valorizzata e ogni azione è intrapresa con consapevolezza e responsabilità ambientale.

I nostri tecnici specializzati nella gestione sostenibile dei rifiuti sono a tua disposizione per una consulenza personalizzata. Inizia oggi a trasformare i rifiuti in una risorsa preziosa per la tua attività.